Stephen Breyer - Stephen Breyer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Stephen Breyer
Stephen Breyer, SCOTUS foto ritratto.jpg
Ritratto ufficiale, c. 2006
Associate Justice della Corte Suprema degli Stati Uniti
Ha assunto la carica
il 3 agosto 1994
Nominato da Bill Clinton
Preceduto da Harry Blackmun
Giudice capo della Corte d'appello degli Stati Uniti per il primo circuito
In carica dal
marzo 1990 al 3 agosto 1994
Preceduto da Levin H. Campbell
seguito da Juan R. Torruella
Giudice della Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Primo Circuito
In carica
dal 10 dicembre 1980 al 3 agosto 1994
Nominato da Jimmy Carter
Preceduto da Sede stabilita
seguito da Sandra Lynch
Dati personali
Nato
Stephen Gerald Breyer

( 1938/08/15 ) 15 agosto 1938 (82 anni)
San Francisco , California , USA
Coniuge
Joanna Hare
( m.  1967)
Bambini 3
Parenti Charles Breyer (fratello)
Formazione scolastica Stanford University ( BA )
Magdalen College, Oxford ( BA )
Harvard University ( LLB )
Servizio militare
Fedeltà   stati Uniti
Filiale / servizio   Esercito degli Stati Uniti
Anni di servizio 1957-1965
Rango Military Intelligence Regimental Insignia.png Caporale
Unità Army Strategic Intelligence
Army Reserve

Stephen Breyer Gerald ( / b r . Ər / BRY -ər , nato 15 Agosto 1938) è un avvocato americano e giurista che ha servito come un collaboratore di giustizia della Corte Suprema degli Stati Uniti dal 1994. E 'stato nominato dal Presidente Bill Clinton , e ha sostituito il giudice in pensione Harry Blackmun . Breyer è generalmente associato all'ala liberale della Corte.

Dopo aver frequentato la Stanford University , Breyer ha frequentato l' Università di Oxford come Marshall Scholar e poi ha studiato legge alla Harvard Law School . Dopo un impiegato presso il giudice associato Arthur Goldberg nel 1964, Breyer divenne famoso come professore di diritto e docente presso la Harvard Law School , a partire dal 1967. Lì si specializzò in diritto amministrativo , scrivendo una serie di libri di testo influenti che rimangono in uso oggi. Ha ricoperto altri incarichi di rilievo prima di essere nominato alla Corte Suprema, tra cui assistente speciale del procuratore generale aggiunto degli Stati Uniti per l' Antitrust e assistente del procuratore speciale della Watergate Special Prosecution Force nel 1973. Ha anche prestato servizio presso la Corte d'appello del primo circuito dal 1980. al 1994.

Nel suo libro del 2005 Active Liberty , Breyer ha fatto il suo primo tentativo di comunicare sistematicamente le sue opinioni sulla teoria giuridica, sostenendo che la magistratura dovrebbe cercare di risolvere i problemi in un modo che incoraggia la partecipazione popolare alle decisioni governative.

Vita e formazione

Breyer è nato il 15 agosto 1938 a San Francisco , in California , figlio di Anne A. (nata Roberts) e Irving Gerald Breyer, ed è cresciuto in una famiglia ebrea della classe media. Irving Breyer è stato consulente legale del San Francisco Board of Education . Stephen Breyer e suo fratello minore, Charles , un giudice distrettuale federale , sono entrambi Eagle Scout della Truppa 14. Il bisnonno paterno di Breyer emigrò dalla Romania negli Stati Uniti, stabilendosi a Cleveland , dove nacque il nonno di Breyer. Breyer si diplomò alla Lowell High School nel 1955. A Lowell, era un membro della Lowell Forensic Society e discusse regolarmente nei tornei delle scuole superiori, anche contro il futuro governatore della California Jerry Brown e il futuro professore della Harvard Law School Laurence Tribe .

Dopo il liceo, Breyer ha frequentato la Stanford University , dove si è laureato in filosofia , è stato inserito in Phi Beta Kappa e si è laureato nel 1959 con un Bachelor of Arts con il massimo dei voti. Ha ricevuto una borsa di studio Marshall che ha utilizzato per studiare filosofia, politica ed economia al Magdalen College di Oxford . Poi tornò negli Stati Uniti per frequentare la Harvard Law School , dove è stato membro della Harvard Law Review e si è laureato nel 1964 con un Bachelor of Laws laurea magna cum laude .

Breyer ha trascorso 8 anni nella riserva dell'esercito degli Stati Uniti, inclusi 6 mesi in servizio attivo nell'intelligence strategica dell'esercito . Ha raggiunto il grado di caporale ed è stato congedato con onore nel 1965.

Nel 1967, Breyer sposò Joanna Freda Hare, psicologa e membro dell'aristocrazia britannica , la figlia più giovane di John Hare, primo visconte Blakenham . Hanno tre figli adulti: Chloe, sacerdote episcopale e autrice di The Close ; Nell; e Michael.

Carriera legale

Breyer parlando a Filadelfia, in Pennsylvania, nel 2011

Breyer ha lavorato come assistente legale presso il giudice associato Arthur Goldberg durante il mandato del 1964 ( elenco ) e ha prestato servizio per un breve periodo come verificatore dei fatti per la Commissione Warren . Ha lavorato nella divisione antitrust del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti come assistente speciale del suo vice procuratore generale dal 1965 al 1967 e come assistente del procuratore speciale della Watergate Special Prosecution Force nel 1973. Breyer è stato consigliere speciale della commissione del Senato degli Stati Uniti in magistratura dal 1974 al 1975 e ha servito come consigliere capo del comitato dal 1979 al 1980. Ha lavorato a stretto contatto con il presidente del comitato, il senatore Edward M. Kennedy , per approvare la legge sulla deregolamentazione delle compagnie aeree che ha chiuso il consiglio di aeronautica civile .

Breyer è stato docente, assistente professore e professore di diritto presso la Harvard Law School a partire dal 1967. È stato professore alla Harvard Law fino al 1980, e dal 1977 al 1980 ha tenuto un appuntamento congiunto presso la Kennedy School of Government di Harvard. conosciuto come uno dei massimi esperti in diritto amministrativo . Mentre era lì, ha scritto due libri molto influenti sulla deregolamentazione: Breaking the Vicious Circle: Toward Effective Risk Regulation and Regulation and Its Reform . Nel 1970, Breyer scrisse " The Uneasy Case for Copyright ", uno degli esami scettici più citati sul copyright. Breyer è stato professore in visita presso il College of Law di Sydney, in Australia, l' Università di Roma e la Tulane University Law School .

Carriera giudiziaria

Corte d'appello degli Stati Uniti (1980-1994)

Video esterno
icona del video Justice Stephen Breyer: The Court And The World , 1:14:57, WGBH Forum Network

Negli ultimi giorni dell'amministrazione del presidente Jimmy Carter , il 13 novembre 1980, dopo essere stato sconfitto per la rielezione, Carter nominò Breyer al Primo Circuito, un nuovo seggio stabilito dalla 92  Stat.   1629 , e il Senato degli Stati Uniti lo confermò il 9 dicembre 1980 con 80-10 voti. Ha ricevuto la sua commissione il 10 dicembre 1980. Dal 1980 al 1994, Breyer è stato giudice della Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Primo Circuito ; è stato giudice capo della corte dal 1990 al 1994. Uno dei suoi compiti in qualità di giudice capo è stato quello di sovrintendere alla progettazione e alla costruzione di un nuovo tribunale federale per Boston , iniziando un interesse professionale per l'architettura e il Pritzker Architecture Prize .

Breyer ha prestato servizio come membro della Conferenza giudiziaria degli Stati Uniti tra il 1990 e il 1994 e della Commissione per le sentenze degli Stati Uniti tra il 1985 e il 1989. Nella commissione delle sentenze ha svolto un ruolo chiave nella riforma delle procedure penali federali, producendo le Linee guida federali sulle sentenze , che sono stati formulati per aumentare l'uniformità nella condanna.

Il servizio di Breyer sul Primo Circuito terminò il 2 agosto 1994, dopo la sua elevazione alla Corte Suprema.

Corte suprema (1994-oggi)

Nel 1993, il presidente Bill Clinton lo considerò per il seggio lasciato libero da Byron White prima di nominare infine Ruth Bader Ginsburg . La nomina di Breyer arrivò poco dopo, tuttavia, in seguito al pensionamento di Harry Blackmun nel 1994, quando Clinton nominò Breyer come giudice associato della Corte suprema il 17 maggio 1994. Breyer fu confermato dal Senato il 29 luglio 1994, da un 87 a 9 voti, e ha ricevuto la sua commissione il 3 agosto. Era il secondo giudice junior più longevo nella storia della Corte, vicino a superare il record stabilito dal giudice Joseph Story di 4.228 giorni (dal 3 febbraio 1812 al 1 settembre 1823); Breyer è caduto 29 giorni prima del raggiungimento di questo record, che avrebbe raggiunto il 1 ° marzo 2006, se il giudice Samuel Alito non si fosse unito alla Corte il 31 gennaio 2006. Dalla morte di Ginsburg nel settembre 2020, Breyer è stata la più vecchia Corte Suprema in carica Giustizia.

Nel 2021, attivisti e membri del Congresso hanno invitato Breyer a far posto alla nomina di un giovane giudice da parte del presidente Biden ; altri si sono opposti a queste richieste di pensionamento.

Sentenze notevoli

Aborto

Il 29 giugno 2020, Breyer ha scritto l'opinione della pluralità in June Medical Services contro Russo . La sentenza ha annullato la legge sull'aborto della Louisiana che richiedeva a qualsiasi medico che eseguiva aborti di avere privilegi di ammissione in un ospedale entro 30 miglia. Breyer ha riaffermato il test "benefici e oneri" che aveva creato in Whole Woman's Health v. Hellerstedt , che ha annullato una legge sull'aborto quasi identica in Texas.

Pena di morte

Nel 2015, Breyer ha dissentito in Glossip v. Gross , che ha dichiarato con un voto di 5–4 che i prigionieri che contestano le loro esecuzioni devono fornire un metodo di esecuzione "noto e disponibile" prima di contestare il loro metodo di esecuzione. In un dissenso unito da Ginsburg, Breyer ha messo in dubbio la costituzionalità della stessa pena di morte. Ha scritto: "Per le ragioni che ho esposto in questa opinione, credo che sia altamente probabile che la pena di morte violi l'ottavo emendamento. Per lo meno, la Corte dovrebbe richiedere un briefing completo sulla questione fondamentale". Nel luglio 2020, Breyer ha ribadito questa posizione, scrivendo: "Come ho scritto in precedenza, la soluzione potrebbe essere che questa Corte esamini direttamente la questione se la pena di morte viola la Costituzione".

Ambiente

In Friends of the Earth, Inc. v. Laidlaw Environmental Services, Inc. (2000), Breyer era nella maggioranza di 7-2 sostenendo che le persone che usano il fiume North Tyger per scopi ricreativi ma non potevano farlo a causa dell'inquinamento avevano in piedi per citare in giudizio gli inquinatori industriali.

Il 23 aprile 2020, Breyer ha scritto l'opinione della maggioranza in County of Maui contro Hawaii Wildlife Fund . La Corte ha stabilito che la contea di Maui deve avere un permesso ai sensi del Clean Water Act per rilasciare l' inquinamento delle acque sotterranee nell'oceano. Sebbene la sentenza fosse meno ampia della sentenza del 9 ° circuito, i gruppi ambientalisti hanno visto la sentenza come una vittoria e un'affermazione del Clean Water Act.

Il 31 luglio 2020, Breyer si è dissentito quando la Corte Suprema, con una decisione 5-4, ha rifiutato di revocare la sospensione della sentenza del 9 ° circuito che aveva interrotto la costruzione del muro al confine tra Stati Uniti e Messico. Il Sierra Club ha sostenuto che il muro danneggerebbe indebitamente l'ambiente, inclusa la minaccia della fauna selvatica e il cambiamento del flusso d'acqua nel deserto di Sonora. Breyer scrisse: "La decisione della Corte di lasciare che la costruzione continui, tuttavia, temo, possa" funzionare [e], in effetti, come sentenza definitiva "". Ginsburg, Sotomayor e Kagan si unirono al suo dissenso.

Il 4 marzo 2021, Breyer ha dissentito in United States Fish and Wildlife Serv. v. Sierra Club, Inc. , a cui aderisce solo Sotomayor. Il caso riguardava la richiesta del Sierra Club ai sensi del Freedom of Information Act (FOIA) di "bozze di pareri" in merito alle norme che disciplinano le strutture sottomarine utilizzate per raffreddare le apparecchiature industriali. Il Sierra Club ha sostenuto di avere il diritto di accedere ai documenti. L'opinione della maggioranza limita la capacità dei gruppi ambientalisti di ottenere documenti governativi ai sensi del FOIA. Breyer ha scritto nel suo dissenso: "La pratica dell'Agenzia mostra che il Draft Biological Opinion, non il Final Biological Opinion, è il documento che informa l'EPA delle conclusioni dei Servizi su rischi e alternative e innesca all'interno dell'EPA il processo di decisione su cosa fare su quelle conclusioni. Se un parere biologico finale è individuabile sotto FOIA, come tutti sembrano concordare sul fatto, perché un progetto di parere biologico, che incorpora le stesse conclusioni del servizio (e che lascia l'EPA con le stesse quattro scelte), non lo sarebbe? "

Gerrymandering partigiano

Il 28 aprile 2004, Breyer ha dissentito nella causa Vieth v. Jubelirer , in cui la Corte ha ritenuto che il gerrymandering partigiano è una rivendicazione non passibile di giustizia. Breyer ha scritto nel suo dissenso: "A volte il 'gerrymandering' puramente politico non riuscirà a far avanzare alcun plausibile obiettivo democratico mentre contemporaneamente minaccerà gravi danni democratici. E a volte, quando è così, i tribunali possono identificare una violazione della pari protezione e fornire un rimedio". Nel 2006, Breyer aveva una maggioranza di 5–4 sostenendo che il Distretto 23 della riorganizzazione distrettuale del Texas del 2003 violava il Voting Rights Act a causa della diluizione del voto . Insieme al giudice John Paul Stevens , Breyer si sarebbe anche pronunciato a favore delle affermazioni dei querelanti secondo cui il piano statale del Texas era un bandito partigiano incostituzionale. Nel giugno 2019, Breyer ha dissentito nella causa Rucho v. Common Cause , in cui la Corte Suprema ha deciso 5-4 che il gerrymandering è un'affermazione non passibile di giustizia.

Diritti di voto

Breyer si è unito al dissenso di Ginsburg in Shelby County v. Holder . Una maggioranza di 5–4 ha stabilito che la Sezione 4 (b) del Voting Rights Act è incostituzionale. Breyer si è unito a un altro dissenso di Ginsburg in RNC v. DNC , che ha annullato l'estensione del termine di votazione da parte di un tribunale inferiore nelle elezioni primarie del Wisconsin. Il tribunale di grado inferiore aveva prorogato il termine in modo che le persone che non avevano ancora ricevuto le schede per posta entro il 7 aprile potessero votare per posta sulla scia della pandemia COVID-19 . Breyer ha dissentito in un caso simile nel Wisconsin a ottobre; i firmatari avevano chiesto alla corte di richiedere al Wisconsin di contare le schede per corrispondenza ricevute fino a sei giorni dopo il giorno delle elezioni, e la corte, con Breyer, Sotomayor e Kagan dissenzienti, ha rifiutato la richiesta dei firmatari di prorogare il termine.

Filosofia giudiziaria

Generalmente

L' approccio pragmatico di Breyer alla legge "tenderà a rendere la legge più sensata", secondo Cass Sunstein , che ha aggiunto che "l'attacco di Breyer all'originalismo è potente e convincente".

Breyer ha costantemente votato a favore del diritto all'aborto , una delle aree più controverse del docket della Corte Suprema. Ha anche difeso l'uso da parte della Corte del diritto straniero e del diritto internazionale come autorità persuasiva (ma non vincolante) nelle sue decisioni. Si riconosce inoltre che Breyer è deferente agli interessi delle forze dell'ordine e alle sentenze legislative nelle sentenze del primo emendamento della Corte . Ha dimostrato un modello coerente di deferenza nei confronti del Congresso, votando per ribaltare la legislazione del Congresso a un tasso inferiore rispetto a qualsiasi altra giustizia dal 1994.

La vasta esperienza di Breyer nel diritto amministrativo è accompagnata dalla sua strenua difesa delle linee guida federali sulle condanne . Breyer respinge la rigida interpretazione del sesto emendamento sposata dal giudice Scalia secondo cui tutti i fatti necessari per la punizione penale devono essere sottoposti a una giuria e provati oltre ogni ragionevole dubbio. Anche in molte altre aree della Corte, il pragmatismo di Breyer era considerato il contrappeso intellettuale alla filosofia testualista di Scalia .

Nel descrivere la sua filosofia interpretativa, Breyer ha talvolta notato il suo uso di sei strumenti interpretativi: testo, storia, tradizione, precedente, lo scopo di uno statuto e le conseguenze di interpretazioni concorrenti. Ha notato che solo gli ultimi due lo differenziano da testualisti come Scalia. Breyer sostiene che queste fonti sono necessarie, tuttavia, e nel primo caso (scopo), possono di fatto fornire una maggiore oggettività nell'interpretazione giuridica rispetto a guardare semplicemente a quello che è spesso un testo statutario ambiguo. Con queste ultime (conseguenze), Breyer sostiene che considerare l'impatto delle interpretazioni legali è un ulteriore modo per garantire la coerenza con lo scopo previsto di una legge.

Gli impiegati del tribunale lo hanno descritto come "l'emissario più efficace dell'ala destra della Corte".

Libertà attiva

Breyer nel 2011

Breyer ha esposto la sua filosofia giudiziaria nel 2005 in Active Liberty: Interpreting Our Democratic Constitution . In esso, Breyer esorta i giudici a interpretare le disposizioni legali (della Costituzione o degli statuti) alla luce dello scopo del testo e del modo in cui le conseguenze di sentenze specifiche si adattano a tali scopi. Il libro è considerato una risposta al libro del 1997 A Matter of Interpretation , in cui Antonin Scalia sottolineava l'aderenza al significato originale del solo testo.

In Active Liberty , Breyer sostiene che i Framers of the Constitution hanno cercato di stabilire un governo democratico che coinvolgesse la massima libertà per i suoi cittadini. Breyer si riferisce a Isaiah Berlin ‘s Due concetti di libertà . Il primo concetto berlinese, essendo ciò che la maggior parte delle persone intende per libertà, è "libertà dalla coercizione del governo". Berlino ha definito questa " libertà negativa " e ha messo in guardia contro la sua diminuzione; Breyer chiama questa "libertà moderna". Il secondo concetto berlinese - " libertà positiva " - è la "libertà di partecipare al governo". Nella terminologia di Breyer, questa è la "libertà attiva" che il giudice dovrebbe difendere. Avendo stabilito cosa sia la "libertà attiva" e ponendo l'importanza primaria (per i Framer) di questo concetto rispetto all'idea concorrente di "libertà negativa", Breyer fa un caso prevalentemente utilitaristico per le sentenze che danno effetto alle intenzioni democratiche della Costituzione .

Le premesse storiche e le prescrizioni pratiche del libro sono state contestate. Ad esempio, secondo Peter Berkowitz , la ragione per cui "[l] a natura principalmente democratica della struttura governativa della Costituzione non è sempre sembrata ovvia", come afferma Breyer, è "perché non è vero, almeno nel senso di Breyer, che la Costituzione eleva la libertà attiva al di sopra della libertà [negativa] moderna ". La posizione di Breyer "dimostra non fedeltà alla Costituzione", sostiene Berkowitz, "ma piuttosto determinazione a riscrivere le priorità della Costituzione". Berkowitz suggerisce che Breyer è anche incoerente nel non applicare questo standard alla questione dell'aborto, preferendo invece decisioni "che proteggono la libertà moderna delle donne, che rimuovono le questioni controverse dal discorso democratico". Non riuscendo a rispondere all'accusa testualista secondo cui il giudice documentarista vivente è una legge a sé stante, Berkowitz sostiene che Active Liberty "suggerisce che quando necessario, invece di scegliere la conseguenza che serve quello che considera lo scopo principale della Costituzione, Breyer determinerà la guida della Costituzione. scopo sulla base delle conseguenze che preferisce rivendicare ".

Contro l'ultima accusa, Cass Sunstein ha difeso Breyer, sottolineando che dei nove giudici della Corte Rehnquist, Breyer aveva la più alta percentuale di voti per sostenere gli atti del Congresso e anche per deferire alla decisione del ramo esecutivo . Tuttavia, secondo Jeffrey Toobin sul New Yorker , "Breyer ammette che un approccio giudiziario basato sulla 'libertà attiva' non darà soluzioni a ogni dibattito costituzionale" e che, nelle parole di Breyer, "rispettare il processo democratico non significa che tu abdica al tuo ruolo di far rispettare i limiti della Costituzione, sia nella Carta dei diritti che nella separazione dei poteri ".

Fino a questo punto, e da una discussione alla New York Historical Society nel marzo 2006, Breyer ha notato che i "mezzi democratici" non hanno portato alla fine della schiavitù , o il concetto di "un uomo, un voto", che ha permesso la corruzione e leggi statali discriminatorie (ma democraticamente ispirate) da ribaltare a favore dei diritti civili .

Altri libri

Nel 2010, Breyer ha pubblicato un secondo libro, Making Our Democracy Work: A Judge's View . Lì, Breyer ha sostenuto che i giudici hanno sei strumenti che possono utilizzare per determinare il significato appropriato di una disposizione legale: (1) il suo testo; (2) il suo contesto storico; (3) precedente ; (4) tradizione; (5) il suo scopo; e (6) le conseguenze di potenziali interpretazioni. I testualisti , come Scalia , si sentono a proprio agio solo usando i primi quattro di questi strumenti; mentre i pragmatici, come Breyer, credono che "scopo" e "conseguenze" siano strumenti interpretativi particolarmente importanti.

Breyer cita diversi momenti spartiacque nella storia della Corte Suprema per mostrare perché le conseguenze di una particolare sentenza dovrebbero essere sempre nella mente di un giudice. Egli osserva che il presidente Jackson ha ignorato la sentenza della Corte in Worcester v. Georgia , che ha portato al Trail of Tears e ha gravemente indebolito l'autorità della Corte. Cita anche la decisione di Dred Scott , un importante precursore della guerra civile americana . Quando la Corte ignora le conseguenze delle sue decisioni, sostiene Breyer, può portare a risultati devastanti e destabilizzanti.

Nel 2015, Breyer ha pubblicato un terzo libro, The Court and the World: American Law and the New Global Realities , esaminando l'interazione tra il diritto internazionale e statunitense e come le realtà di un mondo globalizzato debbano essere considerate nei casi statunitensi.

Altre viste

In un'intervista a Fox News domenica 12 dicembre 2010, Breyer ha affermato che, sulla base dei valori e della documentazione storica, i Padri fondatori degli Stati Uniti non hanno mai inteso che le armi non fossero regolamentate e che la storia sostiene le sue opinioni e quelle degli altri dissidenti in Distretto di Columbia contro Heller . Ha riassunto:

Agiamo come giudici. Se decidiamo tutto sulla base della storia, a proposito, qual è la portata del diritto di detenere e portare armi? Mitragliatrici? Siluri? Pistole? Sei uno sportivo? Ti piace sparare con le pistole ai bersagli? Bene, prendi la metropolitana e vai nel Maryland. Non c'è problema, non credo, per chi vuole davvero avere una pistola.

Sulla scia delle polemiche su giustizia Samuel Alito 's reazione al presidente Barack Obama ' s la critica della Corte . Cittadini Uniti v FEC al potere nel suo 2010 Discorso sullo Stato dell'Unione , Breyer ha detto che avrebbe continuato a frequentare l'indirizzo:

Penso che sia molto, molto, molto importante, molto importante, per noi presentarci in quello Stato dell'Unione, perché le persone oggi sono sempre più visive. Quello che [le persone] vedono davanti a loro nello Stato dell'Unione è quel governo federale. E vorrei che vedessero anche i giudici, perché anche i giudici federali fanno parte di quel governo.

Onori

Nel 2007, Breyer è stato insignito del Distinguished Eagle Scout Award dai Boy Scouts of America . Nel 2018, è stato nominato presidente della giuria del Pritzker Architecture Prize , succedendo al precedente presidente Glenn Murcutt .

Guarda anche

Riferimenti

Ulteriore lettura

link esterno

Uffici legali
Nuovo sedile Giudice della Corte d'appello degli Stati Uniti per il primo circuito
1980–1994
Riuscito da
Sandra Lynch
Preceduto da
Levin H. Campbell
Giudice capo della Corte d'appello degli Stati Uniti per il primo circuito
1990-1994
Riuscito da
Juan R. Torruella
Preceduto da
Harry Blackmun
Associate Justice della Corte Suprema degli Stati Uniti
1994-presente
Incumbent
Ordine di precedenza degli Stati Uniti (cerimoniale)
Preceduto da
Clarence Thomas
come giudice associato della Corte suprema
Ordine di precedenza degli Stati Uniti
come giudice associato della Corte suprema
Successed da
Samuel Alito
come Associate Justice of the Supreme Court